Lampioni da giardino

Scegliere i lampioni per illuminare il giardino

Se osserviamo qualsiasi giardino, ci rendiamo conto che ogni angolo o viale è illuminato da un sistema d’illuminazione similare in ogni spazio e in ogni città: l’uso dei Lampioni. Gli spazi possono essere immensi, dall’esempio tipico di quegli immensi giardini che in alcune città prendono il nome di “Villa” ai piccoli “giardinetti di paese o di rione". Tutti, però, necessitano di strutture d’illuminazione diffusa in modo uniforme ed equilibrata, soprattutto perché la passeggiata nei giardini avviene sia di giorno sia di sera. Se invece cisi riferisce al giardino circostante la propria abitazione, allora si usano accorgimenti diversi e meno suggestivi; si ricorre sostanzialmente alla sobrietà e alla luminosità senza grossi sprechi, ma senza dubbio con un effetto suggestivo agli occhi del proprietario e del visitatore. L’illuminazione rappresenta una condizione basilare sia per l’uso proprio del giardino e sia per la sicurezza e il controllo dell’ambiente in questione. Personalizzare gli ambienti abitabili non vuol dire trascurare la parte esterna, specie se adiacente al portone d’ingresso; perciò il giardino privato deve necessariamente contribuire a creare, o meglio a non modificare il resto della proprietà. Ciò spinge gli architetti o chi per loro a diversificare le strutture dei giardini; il resto è nelle mani del giardiniere e, quindi, della suggestività che i lampioni creano.

Il lampione, quello apposito per giardini, diffonde una luce che lo fa differenziare dai rimanenti tipi d’illuminazione, difatti copre perfettamente ed esclusivamente l’area destinata a rischiarare; oltre quel lampione si riscontra il buio. Per tale motivo se ne installano in numero maggiore a seconda gli spazi da coprire e così l’uno consequenziale all’altro crea il duplice effetto di continuità della luce e di ricchezza di arredo. Il termine “lampione” ci fa pensare anzitutto a quelli posti lungo tutte le strade delle città o Paesi e specialmente nei centri storici – sebbene si differenzino per strutture ambientali e per periodi storici. Poiché i lampioni propagano la luminosità in rapporto alla loro altezza, ce ne sono in commercio di svariate misure: alto da viale, modestamente elevato quello da giardino e con fattezze che possano contribuire a rendere bello e armonioso il giardino stesso. Non sempre presentano decori o quant’altro riferito al tipo di addobbo, è certo comunque che nelle grandi abitazioni i lampioni non sono soltanto sobri, anzi tutt’altro! L’atmosfera che essi creano è molto peculiare, la loro luce è misurata ed equilibrata, cioè né abbagliante né lieve, specie perché possono rimanere accesi anche durante il giorno. La distanza tra l’uno e l’altro è varia in rapporto allo spazio da coprire e all’effetto luminoso da produrre, tuttavia si tratta sempre di distanze regolari e misurate. L’eleganza del lampione può dipendere da vari fattori seppur se riferito a uno stile di lampione semplice, composto dal palo che termina nella parte estrema con un’apertura o chiusura. La copertura è costituita da strutture in vetro da adattare in diversi ambienti, specie lì dove si deve creare una certa eleganza; la loro altezza, invece, media o alta, varia a seconda dei posti in cui piantarli. Le altezze d’illuminazione dipendono dalla lunghezza del palo, infatti, la media misura dà luce fino all’altezza del busto di una persona o all’altezza di un tavolo nella zona adibita a pranzo. Da escludere, perciò, che i pali bassi possano andar bene nelle strade o addirittura nei viali. In alcune città la bellezza del luogo è stata ottenuta da pali di misura eccessiva e poi curvati verso il basso fino a raggiungere l’altezza adeguata.

Anche il costo si rapporta alle forge del lampione, esso varia nella misura in cui il materiale usato è di poco valore; basti pensare alla differenza di costo tra un lampione realizzato in plastica e uno di ferro. In questi casi cambia notevolmente persino l’estetica, senza nulla togliere alla scelta che il compratore fa in rapporto al proprio gusto o alle proprie economie. Negli ambienti esterni da illuminare non entra in gioco solo il lampione o il numero di quelli che occorro, basti pensare al progetto di tutto l’impianto e al consumo della corrente; per fortuna in quest’ultimo caso esistono anche lampioni da giardino alimentati a energia solare.

Articoli di approfondimento su Lampioni da giardino:

Lampioni energia solare
L’illuminazione non riguarda solo gli ambienti interni, ma anche i luoghi adiacenti, ad esempio il giardino; in questo caso il modo più semplice è costituito dall’uso di lampioni ad energia solare. Questi sono dotati di un accumulatore...